Cos'era Pnbox Studios e l'idea geniale del locale che riproduce uno studio televisivo

Pnbox Studios, oramai chiuso, era un locale in provincia di Pordenone famoso per il suo allestimento scenografico e peculiare, proprio come uno studio tv. La sua struttura riassume tutti gli elementi fondanti di uno studio televisivo: dal palco rotante alla regia audio e video, tutto è perfettamente al suo posto. In questo articolo analizzeremo insieme quali sono gli elementi di un set televisivo che possono essere sfruttati anche per la realizzazione di particolari e inusuali locali notturni, pub, bar e ristoranti. Insomma, uno studio televisivo è di per sé un set, che può essere sfruttato per esigenze creative di ogni tipo: conosciamolo insieme.

Studio Tv: di cosa si tratta e come si allestisce

L’attrezzatura di allestimento tipica di uno studio tv, che spesso ritroviamo anche in ambienti variegati, come bar, locali a tema e ristoranti particolari, si basa sulla necessità, per definizione, di proporre eventi in diretta o trasmissioni registrate. Ci sono intere compagnie che si occupano della realizzazione di allestimenti per studi televisi e della disposizione di tutti gli elementi scenografici che rendono questo luogo unico e peculiare. Ora analizzeremo insieme gli elementi imprescindibili per uno studio televisivo, che lo rendono un posto magico, e che non potranno mancare nel caso in cui vogliate allestire una scenografia simile allo studio tv.

1. Lo studio: il cuore del locale, è uno spazio di solito abbastanza ampio e privo di finestre, dove vengono allestite le scenorafie per la registrazione. Si compone di una serie di elementi ed apparecchiature necessarie alla produzione: il palcoscenico, i microfoni, le telecamere, i supporti (come il cavalletto e il gas pedestal), l’illuminazione e i diffusori audio.

2. Il palco rotante: un elemento immersivo e peculiare, che ricorda i grandi palchi e i grandi eventi a cui siamo abituati ad assistere, dall’Eurovision a Sanremo: un palcoscenico che si muove meccanicamente, a pulsione elettrica, che permette di far esibire professionisti della musica con un tocco in più di magia. Il palco ruota su sé stesso con possibilità di multiple direzioni e velocità. Insomma, immaginate allestire un locale come uno studio TV e fornirlo anche di questa particolarità: non solo risulterà credibile e immersivo, nella sua atmosfera da studio reale, ma stupirà anche il vostro pubblico con effetti speciali – letteralmente!

3. La regia: si compone di due sottosezioni, la regia audio e video. La regia audio di norma si separa fisicamente dallo studio e dalla regia video; consiste nella postazione in cui sono presenti i mixer per la realizzazione della colonna sonora e gli intercom per collegare tra di loro tutte le postazioni. Una buona regia deve essere di solito collocata in un locale con climatizzatore, poiché il calore prodotto dagli impianti audio potenti deve essere smaltito e non deve intaccare il resto della strumentazione. La regia video, invece, si compone di una grande quantità di schermi, detti monitor. Essi vengono interconnessi e messi in onda da un mixer video, che unifica tutte le sorgenti per la messa in onda. Ovviamente, per realizzare degli effetti più scenografici, bisogna considerare la presenza di apparecchiature ausiliarie come generatori di effetti speciali e titolatori. Ma chi controlla tutto questo? Una postazione di controllo ben definita, che provvede alla segnalazione e al bilanciamento camere, viene gestita da personale tecnico abilitato.

5. Il set per riprese: su ogni palco che si rispetti, o in ogni studio televisivo, è necessaria una postazione che si dedichi alla ripresa in chroma key. Per chroma keying intendiamo una particolare tecnica di sostituzione dello sfondo di una ripresa, che viene reso possibile grazie all’imposizione del famoso telo verde in fase di ripresa, sostituito poi con uno sfondo desiderato in post produzione. Perché proprio il verde? Il chroma key viene effettuato di norma su uno sfondo neutro e uniforme di colore verde perché risalta rispetto al normale incarnato naturale degli attori, rendendo più facile la post produzione e il ritaglio dai colori naturali. A volte viene prediletto il colore blu, ma solo per le necessità di sovrapposizione con sfondi particolarmente scuri, per esempio nel caso dei notturni.

Pnbox Studios: un set perfetto per riprodurre l’atmosfera dei migliori studios televisivi

Adesso che abbiamo esplorato insieme gli ingredienti perfetti per uno studio televisivo, non pensate che sia interessante riprodurre la medesima ambientazione nel vostro locale? È esattamente quello che ha fatto Pnbox Studios, il locale notturno di Pordenone che riproduceva fedelmente l’atmosfera immersiva di uno studio televisivo. Per ulteriori idee su come rendere unico il tuo bar o locale, prova a dare uno sguardo alle aziende che si occupano di riprodurre l’ambientazione di un set televisivo, proprio come Pnbox Studios. Non rimarrai deluso!